Perché dovresti iniziare un percorso con me?

Ecco come lavoro

SI ALLA PERSONALIZZAZIONE

Non mi interessa creare la dieta perfetta o ideale: deve essere fattibile e sostenibile nel tempo

NO ALLE RIVOLUZIONI

Creo il tuo piano alimentare cercando un compromesso tra le tue abitudini passate e quelle più indicate per te e per la tua salute

SI AL CAMBIAMENTO

Per quanto credo nel punto precedente, per iniziare un percorso alimentare devi essere disposto a cambiare e ovviamente a impegnarti

Dico sempre che il piano alimentare è un pezzo di carta: se non viene seguito, i risultati non arriveranno e purtroppo (o per fortuna) non esistono pillole o bibitoni miracolosi.

TI INSEGNO A MANGIARE

Seguire per sempre uno schema dietetico settimanale non è la soluzione: basterà la prima vacanza o il primo week end via con gli amici per non riuscire a sapere cosa scegliere. Mi piace pensare che quando arriva un piatto al ristorante sai esattamente cosa c’è dentro: carboidrati, proteine e grassi.

Ti insegnerò

Dopo la prima visita, ogni controllo è un momento di confronto per aggiungere nuovi alimenti e variare sempre di più la tua alimentazione per non cadere nella monotonia. E’ anche il momento giusto per capire quali sono le difficoltà e trovare il modo per superarle insieme

No alla tristezza

Chi ha detto che a dieta bisogna mangiare solo pollo e insalata o pesce con verdure bollite?
Per poter sostenere nel tempo il percorso, è necessario mangiare anche con gusto: la dieta che ti elaborerò si presta a preparare dei pasti rapidi e comodi ma rapidità fa rima con tristezza 🙂 – è importante conoscere gli alimenti per poter preparare ogni tanto anche dei piatti sfiziosi: il cibo è un tuo alleato

Fame nervosa e rapporto con il cibo

Quante volte ti capita di smangiucchiare appena torni a casa? Oppure quante volte sei stanco, arrabbiato o triste e usi il cibo per stare meglio? Sei in smart working e ti trovi spesso ad andare in cucina a mangiare ?

La fame nervosa ti porta a cercare cibo per coprire/nascondere un’emozione (rabbia, tristezza, noia…): ti senti meglio appena mangi ma poco dopo ti senti in colpa …

Ancora … ti capita di metterti a dieta e di seguire in maniera precisa ogni indicazione ma dopo poco molli tutto? Questo perché vivi la dieta come un “regime” non come la tua normalità, per cui appena arriva il week end o un momento di difficoltà, perdi il controllo.

Se non lavoriamo sul tuo rapporto con il cibo (in certi casi, può essere necessario avvalersi dell’aiuto di uno psicoterapeuta), il dimagrimento non sarà duraturo nel tempo.

La fame nervosa non si può spegnere come un interruttore: ti insegnerò a riconoscerla e ti darò degli strumenti per essere libero – sarai tu a scegliere quando e cosa mangiare e non lo farai perché hai litigato in ufficio o perché sei triste e soprattutto non in piedi in cucina senza gustare quello che hai scelto di mangiare.

Questo percorso non fa per te se: